Archivio della categoria: Casa e immobili

Come imballare correttamente i pacchi per un buon trasloco

Ogni volta che bisogna affrontare un trasloco, uno dei compiti che richiede più tempo e pazienza è certamente quello di imballare tutti gli effetti personali e… farlo in tempo per farsi trovare preparati all’istante in cui arriva il camion per lo spostamento di abitazione! Ma come fare?

Per saperne di più, a beneficio dei neofiti (e non solo!) abbiamo domandato una consulenza agli esperti di questo sito di traslochi Roma prezzi. Per i quali, peraltro, la cosa iniziale da fare è fare una lista di tutto che vi serve per potervi garantire il giusto imballaggio, evitando dunque di avere dei deficit di fornitura tra scatole, nastri, ecc.

Chiarito ciò, le scatole per il trasloco sono generalmente dello stesso peso e della stessa qualità delle normali scatole di spedizione, a meno che non ne acquistiate alcune fatte di cartone più spesso, che permette di compiere un imballaggio più pesante. Quindi, la domanda che la maggior parte delle persone si deve porre è: ho bisogno di acquistare scatole da trasloco o posso trovarne gratuitamente fuori dai supermercati o prendendo quelle degli amici che si sono appena trasferiti? Certamente, il ricorso a scatole usate deve essere un’opzione da considerare, ma attenzione alla scarsa qualità che potreste sperimentare!

Ancora, prima di imballare, è sicuramente opportuno chiarire che cosa non si dovrebbe imballare o, almeno, cosa si dovrebbe imballare con particolare attenzione. Ci sono infatti alcuni oggetti che necessitano di una gestione speciale, perché particolarmente fragili o ingombranti: nel dubbio, domandare cosa fare alla ditta che si occuperà del trasloco è certamente una buona idea. Ricordate poi che uno degli aspetti positivi del trasloco (ebbene si, ne esistono!) è che vi costringerà a fare una pulizia della casa, liberandovi così degli oggetti che non usate più o di cui non avete più bisogno: le eccedenze potranno essere vendute o regalate, a seconda delle vostre preferenze.

Tra gli ultimi consigli che possiamo condividere con voi c’è poi la necessità di creare una confezione di oggetti “essenziali”, ovvero una scatola da tenere a portata di mano, piena di articoli di cui avrete bisogno per le vostre ultime notti prima di trasferirvi, e per le prime notti nella vostra nuova casa.

A questo punto, dovreste avere in mano tutte le informazioni più utili per poter preparare coerentemente un bel trasloco, evitando lo stress e le incomprensioni che tipicamente possono caratterizzare uno spostamento di casa improvvisato e poco pianificato.

Certo, non abbiamo l’ambizione di elevare gli spunti di cui sopra a guida “definitiva” per imballare e spostare gli oggetti e i mobili nella vostra casa, ma con queste istruzioni passo dopo passo, unitamente a un imballaggio attento, è probabile che possiate risparmiare qualche seccatura nella preparazione di un’operazione che costa pur sempre tempo e fatica.

Se poi avete ancora dei dubbi, precisiamo come rivolgersi alla ditta che si occupa del trasloco sia sicuramente la cosa più opportuna da fare, usufruendo così della consulenza personalizzata degli operatori che si occuperanno dello spostamento.

Riqualificazione energetica e agevolazioni fiscali fino al 75%

Per chi è interessato a saperne di più sugli ecobonus 2017, è il momento di fare le dovute verifiche del proprio appartamento, per godere di importanti agevolazioni fiscali. Come ogni anno ormai lo Stato incentiva tutti quei lavori di ristrutturazione con cui i privati o gli imprenditori riqualificano un immobile. Con un sistema di energia ecologico o con le nuove chiusure antispifferi si può rendere un appartamento più confortevole, ma anche più efficiente. Con i giusti accorgimenti, si può risparmiare sui costi di energia e riscaldamento ed evitare gli sprechi.  

Ecco perché L’azienda Gioma srl che si occupa di serramenti Udine sa cosa fare in caso di riqualificazione energetica di un a casa e istruzione della relativa pratica. Tutto ciò che occorre infatti per godere di un’agevolazione fiscale consistente nella detrazione Ires o Irpef fino al 75% dei pagamenti effettuati è presentare la copia del bonifico degli stessi pagamenti e la fattura fiscale emessa dalla ditta. I singoli privati, come i condomini relativamente agli interventi sulle parti comuni di un edificio ed anche gli imprenditori hanno dato nuovo impulso all’economia, volendo approfittare di questi incentivi e mettendo mano a tutti quei lavori di ristrutturazione che da tempo avevano messo in cantina, ma non avevano mai avuto il coraggio di effettuare. Non per niente molti appartamenti solo oggi sono stati trasformati dalla classe D ed E alla B, qualcuno anche alla A.

Rientrano nelle agevolazioni previste dalla legge tutti quegli interventi di adeguamento termico ed energetico degli immobili fino a un tetto massimo di 100.000 euro, quelli di sostituzione degli infissi e dei serramenti fino a 60.000 euro e gli interventi sulle strutture opache verticali e orizzontali oltre l’installazione di caldaie a condensazione o di pannelli solari.

Anche l’acquisto di beni mobili e di grandi elettrodomestici e anche la ristrutturazione interna di un appartamento danno diritto all’ecobonus .

L’ Ecobonus 2017 non è cumulabile però con altri bonus.